Bioedilizia: dalla nascita agli sviluppi futuri

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Possiamo definire la bioedilizia come la versione ecologica del costruire. Il suo obiettivo è la realizzazione di edifici che siano in grado di limitare l’impatto sull’ambiente e garantire il massimo comfort abitativo

Alla base di tutto c’è il concetto di sviluppo sostenibile. A partire dagli anni ’70, infatti, il movimento ecologista inizia a mettere in luce il costo ambientale dell’edilizia tradizionale e dell’approvvigionamento energetico da fonti non rinnovabili.

Si cerca di risanare lo scollamento tra natura ed edilizia iniziato nel secondo dopoguerra e caratterizzato dall’utilizzo di materiali da costruzione altamente inquinanti. La bioedilizia cerca di ricreare quell’equilibrio virtuoso tra edilizia e ambiente che aveva contraddistinto i secoli precedenti.

Attenzione, però, non si tratta di tornare indietro nel tempo a costruzioni arretrate, per quanto naturali, ma di cercare l’innovazione, la soluzione che combini sostenibilità ambientale, design,massima efficienza energetica e comfort abitativo. 

 

I principi della bioedilizia

Quello della bioedilizia è un approccio totale e sistemico, che vede l’edificio come parte integrante della vita dell’uomo all’interno del suo rapporto con la natura. Al centro, in ogni caso, la funzionalità: la casa deve essere un riparo, ma anche un luogo di serenità e benessere. 

Come abbiamo visto, alla base c’è il concetto di sostenibilità. In concreto, non possiamo immettere più sostanze inquinanti di quante il pianeta riesca a metabolizzarne. Inoltre, le risorse non rinnovabili devono essere sostituite dalle rinnovabili, che vanno comunque utilizzate in misura inferiore al loro tasso di rigenerazione

L’edilizia sostenibile massimizza il benessere dei fruitori attuali e garantisce lo stesso privilegio alle generazioni future. Le risorse sono limitate e, ovviamente, sprecarle o inquinarle oggi significa non poterne godere in futuro. 

Altro criterio base della bioedilizia è il ciclo di vita. L’impatto di un edificio sull’ambiente inizia con l’estrazione e il trasporto delle materie prime e finisce con lo smantellamento dell’edificio e lo smaltimento dei suoi componenti. 

Oltre ai consumi effettivi, quindi, una casa “costa” all’ambiente in tutte le sue fasi. L’obiettivo della bioedilizia è quello di limitare l’impatto, modificando la concezione stessa di edilizia. Si cerca, infatti, di progettare e realizzare edifici validi sul lungo termine, che rimangano sostenibili per il loro intero ciclo di vita

Si tratta anche di compatibilità ambientale poiché la casa in bioedilizia è perfettamente integrata nella natura che la circonda. I materiali provengono dalla natura e ad essa torneranno e la casa stessa è parte essenziale dell’equilibrio locale, come un cerchio che si chiude.

Il contatto con la natura, oltre a essere un valore aggiunto di estetica e design, è essenziale per il benessere degli abitanti. Lo scopo della bioedilizia è proprio il benessere, inteso come summa di salute psicofisica, consapevolezza ecologica e partecipazione attiva alla protezione dell’ambiente

 

CASE IN LEGNO PREZZI

SCOPRILI CON IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE!

 210813 LAM art31 bioedilizia

 

Le caratteristiche di un edificio in bioedilizia: l’esempio della casa in legno

La casa in legno è l’archetipo della costruzione in bioedilizia. Si caratterizza per una serie di elementi che la rendono, appunto, l’esempio perfetto del costruire secondo natura.

Parliamo innanzitutto di risorse energetiche. La casa in legno ha un’eccezionale efficienza energetica, che le permette di limitare i consumi e abbattere gli sprechi. Una casa in legno può arrivare facilmente a essere una casa passiva perché riesce a sfruttare tutti gli apporti passivi e gratuiti senza bisogno di interventi attivi, come ad esempio il sistema di climatizzazione. 

E che dire del benessere di cui godono gli abitanti di una casa in legno? L’utilizzo del legno al posto dei materiali industriali e la totale assenza di solventi e colle con formaldeide garantisce un’ottima qualità dell’aria indoor. 

La percezione della natura viva attorno a sé, inoltre, ha effetti benefici sul sistema nervoso ed è ormai dimostrato come il contatto con il legno abbassi il livello di stress e migliori l’attività cardiaca e metabolica, aumentando anche la capacità di concentrazione e creatività. 

 

Previsioni per il settore

La bioedilizia sta vivendo una rapida crescita. Il 7% delle nuove costruzioni è in legno (dati 2020) e, mentre l’edilizia residenziale si conferma come settore trainante, anche l’edilizia scolastica e ricettiva iniziano a diffondersi.

Una casa in bioedilizia è un investimento sicuro. I cambiamenti climatici e la crisi ambientale sono ormai sotto gli occhi di tutti e scegliere di costruire nel rispetto della natura diventa una scelta improrogabile. 

 

L’edilizia tradizionale fa parte del passato. Non è sostenibile per il pianeta e non è in grado di garantire benessere e comfort abitativo ai propri abitanti. La bioedilizia, all’opposto, si occupa del presente per costruire il futuro.

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie