Case prefabbricate in legno e vetro

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le case in legno prefabbricate permettono un ottimale isolamento termico e acustico, rispettano l’ambiente e garantiscono un’eccellente efficienza energetica. In fase di progetto, lo sappiamo bene, una casa in legno viene definita nei minimi dettagli e proprio la totale libertà progettuale della bioedilizia permette di integrare al legno un altro materiale ecologico, il vetro.

 

Vetro: dal bicchiere al grattacielo

Usato fin dall’antichità per vasi e utensili, è agli inizi del diciannovesimo secolo che diventa un elemento fondamentale dell’edilizia. Il suo successo va di pari passo con l’evoluzione dell’industria siderurgica e i primi edifici sono serre in vetro e acciaio. Da lì in poi, grazie al sistema della prefabbricazione, il vetro è sempre più sfruttato come elemento costruttivo.

Non possiamo parlare di edifici in vetro senza citare il Crystal Palace di Londra, costruito nel 1851 come sede della prima Esposizione Universale. Joseph Paxton, noto costruttore di serre, si aggiudicò l’incarico con un progetto di pareti prefabbricate e prodotte in serie. Il vetro è l’elemento base dei grattacieli, palazzi altissimi che disegnano lo skyline delle città più moderne. Sono strutture che massimizzano l’apporto di luce e spesso si strutturano in open space per non bloccare la luminosità. 

 

Legno e vetro alleati per l’ambiente

Dall’epoca vittoriana, l’industria del vetro ha fatto passi da gigante e quello utilizzato oggi giorno ha caratteristiche tecniche completamente diverse da quelle del passato. Il vetro moderno, possiamo dirlo, è un materiale ecologico perché garantisce isolamento termico e risparmio energetico. Possiede praticamente le stesse caratteristiche delle pareti delle case prefabbricate in legno ed è per questo che molti decidono di integrare questo materiale nel progetto architettonico.

Dato che è proprio attraverso i serramenti che molta energia termica viene dispersa, è molto importante scegliere un vetro che garantisca un ottimo livello di isolamento. Risparmio energetico significa risparmio economico e scegliere bene inciderà in modo significativo sulle bollette. Le innovazioni tecnologiche hanno portato alla creazione di due nuovi tipi di vetro, il vetro basso emissivo e il vetro selettivo. Vediamoli più nel dettaglio.

Vetro basso emissivo

Si tratta di un tipo di vetro a risparmio energetico, reso isolante da un trattamento superficiale a base di metalli nobili. Questi metalli sono applicati sulla faccia di un vetro singolo, che andrà poi a formare il vetrocamera. La superficie che è stata trattata viene posizionata sul lato esterno del vetro più interno.

Questo particolare strato fa sì che il calore “rimbalzi” all’interno, limitandone la perdita all’esterno dell’abitazione. La dispersione di energia termica è minima e questo permette di ridurre sensibilmente le spese di riscaldamento. Il vetro basso emissivo fa entrare la luce ma non i raggi infrarossi. Oltre a contenere la dispersione termica, quindi, garantisce ottimi livelli di luminosità. Case molto esposte al sole potrebbero non giovare di questa tecnologia isolante, dal momento che si rischia che il calore ristagni all’interno. In questi casi, il vetro selettivo è la scelta migliore.

Vetro selettivo

Anche il vetro selettivo respinge le radiazioni infrarossi, pur garantendo un passaggio totale della luce. Lascia passare le radiazioni solari ma non quelle che producono calore. Riesce infatti a distinguere e selezionare, da qui il nome, la luce dal calore, filtrando la prima e bloccando il secondo.

Oltre a permettere una massima luminosità naturale, riesce anche a impedire il riflesso abbagliante del sole. Viene sottoposto a un trattamento magnetico che serve a fissare sulle lastre di vetro degli ioni d’argento. La lastra trattata viene quindi posizionata sul lato interno del vetro esterno che costituisce il vetrocamera.

Quali sono i vantaggi del vetro selettivo? Evita che si accumuli calore dentro casa perché, riflettendo le radiazioni termiche, mantiene gli interni più freschi e ugualmente luminosi. Permette un notevole risparmio energetico ed economico perché rende superfluo il condizionamento estivo.

 

Quindi, ricapitolando, per facciate poco soleggiate come quelle esposte a nord vanno bene vetri basso emissivi, per esposizioni dirette all’irraggiamento, meglio vetri selettivi. I primi trattengono il calore all’interno, i secondi lo bloccano all’esterno.

 

CASE IN LEGNO PREZZI

SCOPRILI CON IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE!

 

 

 art 27 case legno e vetro

 

Pareti interne in vetro

Siamo abituati a pensare al vetro come elemento di divisione tra l’esterno e l’interno, linea di confine tra l’ambiente domestico e il fuori. Finestre, verande e vetrate rappresentano l’impiego più classico di questo materiale, ma negli ultimi anni sta prendendo piede l’utilizzo del vetro come parete interna. In questo modo, si vanno a creare dei divisori tra le varie stanze, che separano gli ambienti senza però chiuderli. Pareti interne in vetro si declinano in infiniti stili anche a seconda degli infissi e dei telai, che possono essere in legno, ferro, alluminio o PVC.

Rispetto a una in muratura o in legno, quali sono i vantaggi di una parete in vetro? Sicuramente l’ingombro. Le pareti in legno sono spesse all’incirca un terzo di quelle in muratura tradizionale, quelle in vetro possono essere ancora più sottili, limitando al minimo lo spazio occupato e garantendo una maggiore superficie calpestabile. Poi, chiaramente, la luce. Soprattutto se la stanza da delimitare non ha finestre, pensare di tirare su un muro pieno vorrebbe dire creare uno spazio buio e angusto.

Il vetro lascia passare la luce e dà un senso di apertura e ariosità. Si può creare una parete in vetro in qualunque punto della casa, tra sala da pranzo e zona cucina ad esempio sarà particolarmente funzionale, perché bloccherà i fumi e gli odori ma non la luce.

 

Legno e vetro sono davvero materiali preziosi. Uniti garantiscono la massima efficienza energetica e uno stile architettonico unico e inconfondibile. Case prefabbricate in legno e vetro, oltre a essere convenienti dal punto di vista del risparmio energetico ed economico, creano ambienti naturali e di grande impatto estetico. Investire per la propria casa vuol dire investire sulla qualità della propria vita e il valore di una casa progettata secondo questi principi non potrà che aumentare nel tempo.

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie