LAVORARE IN UN EDIFICIO IN BIOEDILIZIA

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La bioedilizia per le abitazioni è un settore che ha già preso slancio ed è in continua crescita. Adesso trova sempre più spazio d’impiego anche per edifici non residenziali, come uffici, strutture ricettive e negozi. L’obiettivo primario è quello di avere un ambiente di lavoro salubre per i dipendenti e investire capitale in beni immobili di grande e crescente valore.

Architettura sostenibile per uffici e centri direzionali

Oltre alle case in legno, la bioedilizia è una scelta sempre più apprezzata anche da imprese che decidono di costruire o ampliare le proprie sedi operative e direzionali in ottica green. La ragione di questa scelta è dovuta a molteplici fattori: etici, economici, gestionali e d’immagine.

Iniziamo proprio da quest’ultimi. Pensiamo all’impatto comunicativo che può avere una sede aziendale realizzata con le più moderne tecniche costruttive. Oltre a un’estetica e un design accattivante, sarà uno strumento per raccontare una visione che guarda ai concreti bisogni del futuro ambientale.

I rivestimenti delle pareti, ad esempio, possono essere progettati per comunicare l’attenzione verso una gestione ecologica dell’azienda, con pareti verdi, di vetro, oppure rivestite in pallet o legno grezzo. Tetti a copertura piana possono diventare giardini aziendali, così da creare uno spazio relax per i dipendenti e gli ospiti, oltre a essere un’area di isolamento termico per l’edificio.

  

Edifici green per ottimizzare i costi

La bioedilizia è un sistema costruttivo che sfrutta al massimo le risorse naturali per limitare l’impatto di un edificio sull’ambiente. Se questo è valido per un’abitazione in legno, lo è ancora di più per costruzioni più imponenti, come, appunto, sedi aziendali o centri direzionali di grandi metrature.

Affidandosi a energie rinnovabili (es: pannelli fotovoltaici, ventilazione naturale) e a impianti di alta efficienza energetica, l’azienda riesce a contenere i costi per l’energia elettrica, di solito consistenti visto l’elevato numero di computer, telefoni, stampanti, schermi e altri oggetti elettronici utilizzati quotidianamente.

Tuttavia, in generale negli uffici in legno realizzati in bioedilizia tutto è studiato per limitare i consumi energetici e non solo attraverso impianti di aerazione e produzione energetica ecologica, ma anche grazie alla disposizione dei vani e allo sfruttamento della luce naturale.

La svolta ecologica che l’azienda compie scegliendo la bioedilizia si ripercuote quindi sensibilmente sulla bolletta energetica, esattamente come nelle case in bioedilizia.

 

CASE IN LEGNO PREZZI

SCOPRILI CON IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE!

 

 

art 23 lavorare uffici bioedilizia

 

Migliorare la qualità del lavoro

Come già accennato, un principio fondamentale della bioedilizia è che l’edificio si integri al meglio con l’ambiente circostante, utilizzando materiali costruttivi ecologici per realizzare edifici a basso impatto ambientale. Va da sé quindi che la presenza di piante, natura e luce sono spesso integrate in modo armonioso agli ambienti.

Tanta luce naturale, microclima ideale, ampi spazi: lavorare in una sede così è piacevole per forza. Pensiamo a lavori particolarmente stressanti o cerebralmente molto impegnativi. La possibilità di svolgerli in un ambiente che sfrutta al massimo elementi e dettagli naturali sarà un vantaggio inestimabile.

L’ambiente ha un peso molto importante nella qualità del lavoro, sia in termini di risultati, sia di benessere del dipendente. C’è tanta differenza tra lavorare in spazi angusti o in grandi stanze ariose, tra una scrivania illuminata naturalmente e una con luce artificiale, tra arredamenti asettici e dettagli in materiali naturali, dai colori caldi e rilassanti.

Il microclima perfetto ottenuto tramite sistemi di aerazione accuratamente studiati, l’isolamento acustico ottimale sia da rumori interni sia da quelli esterni contribuiscono al benessere di chi lavora in un ambiente di questo tipo.

Il legno, ovvero il materiale da costruzione più impiegato in bioedilizia per la realizzazione delle pareti prefabbricate, negli uffici è solitamente molto utilizzato anche per realizzare pareti divisorie, elementi d’arredo e decorazioni. Tra le sue molteplici qualità, c’è anche quella di rendere l’aria più pura e di infondere tranquillità. Il risultato è che l’ambiente lavorativo è più piacevole da vivere, di conseguenza chi vi lavora avrà potenzialmente un rendimento migliore, maggiore e più costante.

 

Un progetto realizzabile in tempi rapidi

Costruire in bioedilizia significa poter ottimizzare anche i tempi di realizzazione grazie alle pareti prefabbricate e all’assemblaggio in cantiere. I lavori per un edificio prefabbricato in legno sono sempre in media più brevi di quelli in edilizia tradizionale e i disagi sono decisamente più contenuti. Inoltre, un ulteriore punto a favore di questa tecnica costruttiva sono i tempi di consegna certi grazie a progetti chiavi in mano.

 

 

 

 

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie