IL DESIGN PERFETTO PER UNA CASA IN LEGNO ECOLOGICA AL 100%

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In un momento storico di grandi cambiamenti climatici, l’ambiente e la sostenibilità diventano sempre più centrali. l settori dell’architettura e del design ecologico sono in forte crescita e particolarmente seguiti da chi scegliere di costruire una casa in legno. Vivere in una casa ecosostenibile migliora la nostra qualità di vita e diminuisce nettamente il nostro impatto sull’ambiente.

Ma cosa si intende esattamente quando si parla di arredamento ecologico? Abitare in una villa prefabbricata costruita secondo tutti gli standard ecologici della bioedilizia o progettare una nuova casa in architettura sostenibile spesso non è accompagnato, erroneamente, dalla scelta di arredi che seguano la stessa filosofia.

Niente di più sbagliato: in fondo, l’arredamento è la parte della nostra casa con cui siamo più a contatto, quindi che senso avrebbe scegliere di investire e vivere in una casa in legno ecologica senza fare lo stesso per gli interni? Inoltre, le normative che certificano la sostenibilità di una struttura sono ancora più importanti se applicate agli oggetti che ci circondano tutti i giorni.

 

Case in bioedilizia ed eco arredo

Per fortuna, si sta riscontrando una crescita di attenzione alla qualità dell’ambiente in cui si vive e quindi alla sostenibilità e non-tossicità dei prodotti acquistati per arredare in modo etico e confortevole vere case green.

Sempre più spesso, nel momento dell’acquisto di un mobile ci si chiede: quanto saranno riciclabili i materiali di cui è fatto? Saranno stati trattati con prodotti nocivi alla salute? Quanta Co2 sarà stata necessaria per produrli? Saranno frutto di una deforestazione massiccia e incontrollata? Fortunatamente le certificazioni ci possono guidare nella scelta.

 

Le certificazioni

Partiamo dal legno, da sempre il materiale green per eccellenza: un mobile ecologico è certificato FSC (Forestry Stewardship Council) e PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes). Entrambe le sigle garantiscono l'utilizzo esclusivo di legno proveniente da boschi, foreste e piantagioni gestite nel pieno rispetto degli standard di Buona Gestione Forestale, sviluppo sostenibile del territorio e rintracciabilità della materia prima.

 Per ogni tipo di arredo, comunque, dobbiamo cercare sempre l’etichetta Ecolabel, che garantisce che i prodotti abbiano un ridotto impatto ambientale in tutto il loro ciclo di vita.

  Anche la certificazione EPD  (Environmental Product Declaration) descrive l’impatto ambientale di un determinato prodotto basandosi sull’analisi del suo intero ciclo di vita, mentre la GreenGuard assicura la qualità dell’aria, misurando, in tutti quei prodotti che vengono utilizzati all’interno degli edifici, l’emissione di circa 400 sostanze nocive (dagli ftalati al benzene, dalle ammine aromatiche alla formaldeide).

 Ultimo, ma non per importanza, il Carbon Footprint, che considera le emissioni di gas a effetto serra, dall’estrazione delle materie prime allo smaltimento finale.

 

Legno e arredamento

Il primo passo per arredare abitazioni in legno in modo ecologico è preferire sempre arredi certificati. Ma, tra questi, quale preferire? La scelta dell’arredamento deve pensare soprattutto al materiale che vogliamo introdurre in casa. Il legno è la materia prima naturale più usata al mondo per la produzione di ogni tipo di mobilia. È una materia viva, che trasmette calore e accoglienza, con i suoi colori tenui e l’inconfondibile profumo.

Gli aspetti da considerare al momento dell’acquisto sono molteplici, tra questi la longevità del mobile: quanto più tempo durerà, tanto più la nostra scelta sarà sostenibile, poiché un buon prodotto di design non ha bisogno di essere sostituito spesso.

Da valutare anche il tempo che impiega l’albero per la sua crescita a pianta adulta: preferire sempre legno proveniente da alberi a rapido accrescimento, come la quercia rossa, la betulla o l'acero.

Inoltre, ci dobbiamo assicurare che durante il trattamento finale vengano utilizzati solo prodotti naturali come olii, impregnanti, colorazioni e resine vegetali. Al contrario, colle contenenti formaldeide sono sostanze nocive per la salute: il mobile non è ecologico e acquistarlo non farà del bene né a noi né al pianeta. Mobili in legno eccellenti dal punto di vista ecologico sono, infine, quelli che non hanno parti metalliche, ma sistemi di assemblaggio ad incastri.

 

SE DESIDERI RICEVERE UN PREVENTIVO PER UNA CASA IN LEGNO PUOI UTILIZZARE IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE!

art 20 arredare green

 

Oltre il legno

 Fino a qualche anno fa, pensare di usarlo per arredare sarebbe sembrata una follia, ma ad oggi una valida alternativa al legno è il cartone, materiale ecosostenibile, in quanto riciclabile al 100% e biodegradabile a basso impatto ambientale.

Un buon arredo di cartone ha vari vantaggi: è leggero, molto resistente, offre un design moderno ed essenziale, è facile da trasportare e, una volta smontato, può essere comodamente riposto con il minimo ingombro. Il suo punto di forza però è un altro: i mobili si montano senza utilizzo di strumenti con la tecnica dell’ incastro a vista, evitando di utilizzare colle e solventi vari. Con un cartone di prima qualità si può fare praticamente ogni mobile.

 Infine, parliamo del bambù, materiale super resistente ed estremamente versatile. È ecologico rispetto ad altri materiali e anche ad altri tipi di legno, perché il bambù cresce molto rapidamente ed è disponibile in maniera pressochè illimitata. Mobili in bambù donano un gusto caratteristico all’intera stanza.

 

Tessili ed elettronica

Per arredare in modo ecologico una casa in bioedilizia è importante anche valutare il tipo di rivestimento di mobili quali letti, poltrone, divani, tende e tappeti. I tessuti naturali possono essere di origine animale (lana, seta, pelle) o vegetale (lino, cotone, juta e canapa, ecc). Sono materiali di alto pregio estetico in grado di rendere più caldo e ricco l’ambiente. Se sono certificati in senso ecologico, sono privi delle sostanze chimiche nocive alla salute molto usate nell’industria tessile come coloranti, candeggianti ottici, formaldeide e metalli pesanti. 

Le tende, in particolare, hanno un ruolo fondamentale per l’impronta ecologica di una casa. Alcuni designer propongono tende “stagionali”: d’estate pesanti e oscuranti per mantenere la casa fresca, d’inverno in tessuti sottilissimi e nei toni chiari per far entrare più luce e calore possibile. In questo modo si risparmia sul condizionatore e sulla luce artificiale.

Ma se parliamo di arredamento la filosofia green non si esaurisce con la miglior scelta dei materiali. Fondamentale è la tipologia di elettrodomestici: ormai si trovano in commercio quelli di classe A+++, che indica un’efficienza altissima con il maggior risparmio energetico. Il costo iniziale più alto sarà presto compensato con un risparmio diretto in bolletta. Ogni consumatore informato sceglie le classi più alte, e comunque utilizza i propri elettrodomestici a pieno carico e non li lascia in stand-by.

 Se il tema degli elettrodomestici è ormai ben conosciuto, ancora di più lo è quello dell’illuminazione. Nell’ottica di una ristrutturazione domestica o di un semplice cambio di arredo, sempre scegliere illuminazione a LED. Queste lampadine sono più efficienti di quelle tradizionali e garantiscono un notevole risparmio energetico. Durano fino a 8 volte di più e non emanano raggi ultravioletti o infrarossi.

 

Tipica dei nostri tempi è la tendenza al consumismo usa e getta che, tuttavia, è all’opposto di una visione ecologica. Il nostro consiglio se si sceglie di vivere in una casa in legno è di preferire sempre arredi costruiti con materiali solidi e durevoli. Inoltre, ricicliamo il più possibile, dando nuova vita e funzione a vecchi arredi e acquistiamo mobili che possano essere a loro volta riadattati.

Come abbiamo visto, anche semplici accorgimenti possono avere un impatto ecologico importante: se applicata all’arredamento, la vocazione ecologica può davvero migliorare la qualità di vita. In fondo, la nostra casa ci rispecchia, e se sta bene lei, stiamo bene anche noi.

 

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie