RISTRUTTURARE CON LA BIOEDILIZIA: UNA STRADA SOSTENIBILE

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Oggi come oggi, tutti conoscono le possibilità e i vantaggi garantiti dalle costruzioni in bioedilizia. Questo approccio all’edilizia sta rivoluzionando il settore e risulta essere la scelta più logica per un futuro sostenibile. Tuttavia, bioedilizia non significa soltanto edificare da zero. Da tempo ha si stanno sviluppando sempre più anche le richieste di ristrutturazioni green, con notevoli benefici per la qualità della vita degli occupanti dell’edificio.

Non solo nuove costruzioni dunque, la bioedilizia dimostra di essere una pratica versatile che sa adattarsi ai diversi ambiti richiesti dal pubblico. Si resta davvero stupiti quando si scoprono le numerose migliorie e ottimizzazioni che si possono apportare in fase di rinnovamento grazie ai principi e alle tecniche dell’edilizia ecologica.

Per chi pensa di rifare casa, ristrutturare con la bioedilizia è una soluzione amica del pianeta ma, sul medio-lungo periodo anche del conto bancario. In questo articolo parliamo di come gli edifici ristrutturati in ottica ecologica, diventino subito molto più efficienti dal punto di vista energetico e di come l’uso di determinati materiali possa risultare vantaggioso dal punto di vista economico e non solo.


Quando passato e innovazione si incontrano

Non si può negare che le nuove case in legno ecologiche siano un passo fantastico verso un Paese a basse emissioni di carbonio, ma dato che oltre l’80% delle abitazioni che saranno costruite entro il 2050 sono già state edificate, l’idea di ristrutturare in bioedilizia resta comunque fondamentale come obiettivo a livello internazionale.

Mentre sempre più governi riconoscono che le riconversioni delle abitazioni sono estremamente importanti, l’onere di realizzarle spetta al proprietario della casa. Ma quindi, chi vuole davvero aumentare l’efficienza della propria abitazione, da dove può partire? Scegliere di farlo approfittando di una necessaria ristrutturazione è un’ottima idea! Ecco in 6 mosse come si può procedere:


1 - Migliorare l’isolamento termico dell’edificio

Usare le energie rinnovabili, tipiche della bioedilizia, nella vostra casa è inutile se è poco isolata a livello termico. L’isolamento con cappotto termico, infatti, è essenziale per qualsiasi restauro ecologico, perché fino al 40% della perdita di calore di una casa è dovuta alla sua mancanza.

L’isolamento delle pareti si può fare anche con una serie di materiali naturali, come la lana di pecora o la paglia. L’isolamento ha un costo relativamente contenuto, ma ha il vantaggio di portare un grosso risparmio su base annuale, lo si può quindi vedere come un investimento a lungo termine.

Bisogna essere consapevoli, però, che se si lavora su una casa d’epoca, è necessario fare in modo di mantenere la traspirabilità del tessuto edilizio per evitare problemi di umidità.

2 - Scegliere i doppi o tripli vetri

Oltre il 10% dell’energia di una casa può andare perduta attraverso le finestre. Ristrutturare con la bioedilizia, dunque, non può prescindere dal rivedere la situazione degli infissi in tutto l’edificio.

La sostituzione delle finestre a vetro singolo con le versioni a vetro doppio o anche triplo rallenterà il trasferimento di calore verso l’esterno. Per ridurre ulteriormente questo fenomeno, si consideri un prodotto riempito con un gas a bassa conducibilità, come l’argon. Si può anche ottenere un vetro a bassa emissività, che ha un rivestimento speciale per riflettere il calore all’interno della stanza.

3 - Investire in pannelli solari

Ristrutturare con la bioedilizia non può che prevedere un cambiamento radicale riguardo all’energia utilizzata per la vita quotidiana e alle sue fonti di approvvigionamento. Un investimento in pannelli solari può essere cruciale da questo punto di vista, allo scopo di ottenere abitazioni in legno quanto più possibile autosufficienti e con energia proveniente da fonti rinnovabili.

I costi di un sistema a energia rinnovabile con pannelli solari nuovo di zecca possono essere considerevoli. Tuttavia, a conti fatti, grazie ai numerosi incentivi statali e alla sempre maggiore diffusione di questi sistemi (che contribuisce ad abbattere i costi), la spesa potrebbe non essere insostenibile. Se poi si considera che sul lungo termine si risparmia moltissimo sulla bolletta energetica, la convenienza è servita.

Oltre a un aspetto di risparmio in bolletta, vantaggioso sempre e comunque, ristrutturare con la bioedilizia implica una scelta di vita differente che dimostra un’attenzione all’ambiente. L’impiego di risorse naturali è parte integrante di questa visione.

 

SE DESIDERI RICEVERE UN PREVENTIVO PER UNA CASA O UNA RISTRUTTURAZIONE IN BIOEDILIZIA PUOI UTILIZZARE IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE

 

ristrutturazione loft1

 

4 - Sistema di riscaldamento ecologico

Non c’è niente di più sostenibile che adottare un approccio naturale per riscaldare la propria casa. Abbiamo già preso in considerazione il solare termico, ma ci sono altre soluzioni green adottabili in una ristrutturazione in bioedilizia, tra cui le pompe di calore e i sistemi alimentati a legna.

Le pompe di calore a terra utilizzano tubi interrati per estrarre il calore dalla terra per i circuiti di riscaldamento e di acqua calda della vostra casa in legno.

I sistemi ad aria utilizzano un principio simile, ma estraggono il calore dall’aria. Possono essere montati su una parete esterna o a volte nello spazio del tetto, il che li rende ideali per la riconversione. I sistemi di riscaldamento a legna, invece, bruciano pellet o simili per alimentare il riscaldamento centrale o riscaldare una singola stanza.

5 - Riscaldamento a pavimento

Se avete sempre usato i termosifoni, forse nella nuova ristrutturazione in bioedilizia è ora di cambiare. Il riscaldamento a pavimento è un’ottima alternativa, e dovrebbe essere facile da installare se si devono demolire i pavimenti come parte del processo di ristrutturazione.

Il sistema funziona ad una temperatura di pochi gradi più calda della temperatura dell’aria ambientale, facendo circolare acqua calda attraverso una rete di tubi reticolati installati sotto la pavimentazione. La bassa temperatura di esercizio lo rende facilmente collegabile a fonti di riscaldamento alternative con analoghe uscite a bassa temperatura - come il solare termico o le pompe di calore.

 

Ristrutturare con la bioedilizia conviene

Grazie a una filosofia volta alla cultura del riuso e dell’ottimizzazione di tutti i sistemi in ottica green, ristrutturare in bioedilizia è un processo che risulta vantaggioso per l’ambiente come anche per la propria economia.

Come abbiamo visto, con pochi semplici accorgimenti è possibile riadattare un edificio alle necessità di isolamento e risparmio energetico, per non parlare del fatto che il beneficio collaterale è l’abbattimento delle emissioni di CO2 della propria abitazione, aspetto non secondario per salvaguardare il mondo che verrà.

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie