CHE COS’È LA BIOEDILIZIA?

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gli edifici nei quali viviamo, lavoriamo e giochiamo sono stati pensati per proteggerci dalle calamità naturali e tenerci al sicuro, ma non si può dimenticare il fatto che essi influenzino la nostra salute e l’ambiente circostante in innumerevoli modi. Mentre l’impatto ambientale degli edifici e della loro costruzione diventa sempre più evidente, c’è un settore relativamente giovane che sta acquistando sempre più importanza: la bioedilizia.

Che cos’è la bioedilizia? Che la si chiami in questo modo o attraverso sinonimi come “edilizia sostenibile”, la definizione di bioedilizia non cambia: è la pratica di creare e usare modelli di costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici in maniera sostenibile. La bioedilizia vuole costruzioni efficienti nello sfruttamento delle risorse e più salutari per i loro occupanti.

Inutile aggiungere che, con una definizione di questo tipo, la bioedilizia va anche ben oltre i confini di quella che è una pura e semplice “pratica”. Gli impatti sugli individui, la loro salute, l’ambiente e il paesaggio che la bioedilizia vuole conseguire, sono tanti e tali da poterne parlare come di una vera e propria cultura, un modo di vivere.

In LAM Ambiente, le nostre scelte a livello aziendale, ruotano proprio intorno al concetto di bioedilizia. Il rispetto per la natura, il basso impatto ambientale, la scelta di materiali ecologici: sono tutti valori positivi ai quali ci ispiriamo e che apportano indiscutibili vantaggi per chi sceglie di affidarsi a noi.

 

Storia e definizioni per i non addetti ai lavori

Volendo dare definizioni più precise di bioedilizia, sarà bene ripassarne la storia per sommi capi. Il percorso di questa pratica, potrebbe essere più breve di quanto si possa immaginare. La bioedilizia, infatti, può essere considerata la semplice evoluzione dell’edilizia tradizionale. Un tempo non venivano utilizzati che materiali ecologici per la costruzione. 

Ciò è cambiato soprattutto a partire dal XIX secolo, quando per la prima volta si assiste a un massiccio scollamento tra edilizia e natura. Due secoli addietro la tecnologia cominciò a cambiare radicalmente il nostro modo di costruire. All’epoca, per la prima volta, ci affrancammo dalle vecchie risorse energetiche e si iniziò ad utilizzare nuovi materiali da costruzione.

Così, per molto tempo, tutta l’attenzione è stata catalizzata dall’esplorazione senza remore di queste nuove possibilità tecnologiche, senza alcuna preoccupazione per il rapporto tra edifici e ambiente. Fu a partire dagli anni ‘70 che qualcosa iniziò a cambiare. Il vecchio paradigma venne finalmente messo in discussione, anche grazie al fatto che quello fu il periodo di un primo grande fermento ecologico.

Di lì a pochi anni l’architettura sostenibile iniziò il suo percorso dal punto di vista accademico con numerose sperimentazioni che portarono alla realizzazione delle prime “case passive” o passivhaus. Tuttavia, da principio la nuova filosofia di costruzione non riuscì ad avere grande impatto, almeno fino alla metà degli anni ‘90, periodo in cui resta confinata come fenomeno di nicchia.

Giunti ai nostri giorni, molto è cambiato. Grazie alle enormi sfide imposte dal cambiamento climatico e agli sforzi messi in campo dai governi di tutto il mondo per cercare di limitare il riscaldamento globale, la bioedilizia è finalmente tornata protagonista. Oggi parlare di edilizia green, più che un concetto astratto e alla moda, è sempre più un’assoluta necessità. Perché?

Gli incredibili vantaggi della bioedilizia

In genere, si tende a sottovalutarlo, ma ciò che viene costruito ha un forte impatto sull’ambiente naturale, sulla salute umana e sull’economia. Con le dovute strategie, in bioedilizia possiamo massimizzare le performance sia sull’aspetto economico che ambientale. Difatti, il concetto di sostenibilità non implica necessariamente rinunce, anzi, il contrario.

I metodi costruttivi della bioedilizia possono intervenire in tutte le fasi della costruzione di un edificio: dal design alla costruzione, dal restauro allo smantellamento. I benefici più significativi si possono ottenere quando si parte dalla fase di design e costruzione in ottica green. In tal caso, i vantaggi possono riguardare gli aspetti più vari:

Vantaggi ambientali:

  • sviluppo e protezione della biodiversità e degli ecosistemi
  • migliore qualità di acqua e aria
  • minore produzione di rifiuti
  • conservazione e rinnovamento di risorse naturali

Vantaggi economici:

  • minori costi di funzionamento
  • creazione, espansione, e forma a mercati di tipo sostenibile
  • migliore produttività per gli occupanti degli edifici
  • ottimizzazione del ciclo di vita economico
  • risparmio sull’energia
  • minori costi di manutenzione

Vantaggi sociali:

  • maggiore comfort e salute per gli abitanti
  • migliore qualità estetica
  • minore senso di stanchezza
  • miglioramento generale della qualità di vita

 

CASE IN LEGNO PREZZI

SCOPRILI CON IL NOSTRO CONFIGURATORE ONLINE!

 cantiere bioedilizia

 

La bioedilizia: una grande opportunità

Se ancora viviamo in un mondo dove molti non sanno ancora che cos’è la bioedilizia, sulla base di tutti i benefici elencati possiamo fare un’affermazione in grado di mettere d’accordo tutti: si tratta di una grande opportunità. Se il passato ci ha insegnato che uno sfruttamento indiscriminato delle risorse per la costruzione e la vita degli edifici è insostenibile, ora, grazie alla bioedilizia esiste l’opportunità del riscatto.

I benefici che derivano dalla scelta di edifici in bioedilizia, come si è detto, non riguardano solo la sfera ecologica, ma anche quella economica. Passare all’architettura sostenibile, quindi, non deve essere per forza una scelta esclusivamente ideologica: il risparmio è un fattore molto importante da considerare, visto che è notevole soprattutto sul lungo termine. 

Se a questo si aggiungono gli effetti benefici della bioedilizia su salute e produttività è chiaro che questa pratica, sebbene non sia ancora molto radicata nel presente di ogni regione italiana, di certo rappresenta il nostro futuro. Non a caso da oltre trent’anni in LAM Ambiente lavoriamo per unire le moderne tecnologie all’antica scienza costruttiva legata a materiali naturali.

Abbiamo fatto del legno il materiale cardine per la costruzione di case e altri edifici. Il legno è sinonimo di ambiente e sostenibilità. A prescindere dalle credenze comuni, si tratta di un materiale altamente durabile che si integra alla perfezione con l’ambiente circostante. Con esso possono essere abbattuti i costi di restauro e manutenzione degli edifici.

Unire il legname alle moderne tecnologie ci permette di costruire case antisismiche, isolate dagli agenti esterni e molto più efficienti dal punto di vista energetico. Senza contare che tutto, dalla fase di design a quella di costruzione e vita dell’edificio, è pensato per ridurre al massimo l’impronta ambientale dell’attività di edificazione.

configuratore casa in legno

download brochure case in legno

Come sarà casa vostra

  1. realizzabile su misura e su progetto personale
  2. flessibilità nella scelta dei materiali e nella progettazione
  3. costi di realizzazione contenuti
  4. prezzo preventivato fisso
  5. eccellente rapporto qualità/prezzo
  6. elevata solidità e massima durabilità nel tempo
  7. un unico interlocutore per il vostro progetto
  8. realizzata entro pochi mesi dall’ordine
  9. consistente risparmio energetico
  10. altissimo isolamento termico ed acustico
  11. ambiente sano, salubre e naturale
  12. niente umidità nell’ambiente domestico
  13. struttura antisismica e resistente al fuoco

Questo sito utilizza cookie tecnici per garantirne il corretto funzionamento e migliorare l'esperienza utente. Sono anche utilizzati cookie di profilazione e di terze parti. Continuando la navigazione si accetta l’utilizzo dei cookie